FIRENZE
"Nel giro di quindici giorni è stata presentata una sfilata della trilogia romantica verdiana: Trovatore, Rigoletto, La Traviata: con l'intervento del soprano bulgaro Nadia Savova che va mietendo successi in concerti e opere e qui è riconoscibilissima per la sua forza drammatica spiegata con linea di scuola e fraseggio..."

BARI
"Il soprano Nadia Savova che ha ottenuto tanto successo nell'interpretazione dell'opera Don Carlos"

BARI
"...ripresa seconda recita Nadia Savova, giovane soprano con una voce ricca, lucente, metallica nonchè meravigliosa nei propri riflessi musicali e scenici!"

PAVIA
"Si proponeva all'ascolto un'artista della Bulgaria, la soprano Nadia Savova, alla quale il pubblico che riempiva la sala, ha tributato grandi ovazioni.
Meritatissime dobbiamo dire, in quanto la simpatica è realmente brava cantante, si è prodigata con generosità, con impegno, con autentica passione cantando con stile, con calore e ottenendo non solo l'eleganza di una vocalità intensa e chiara, ma anche l'aderenza al personaggio, l'esatta atmosfera nel contesto del momento scenico e musicale..."

VALENCIA
"Nel nostro teatro il soprano bulgaro Nadia Savova ha fatto la parte di Floria Tosca. Una voce splendida, brillante, in tutto il registro e negli acuti, come necessario per il ruolo. Meravigliosa nell'aria 'Vissi d'arte? e splendissima nel terzo atto, dov'è con la frase 'O, Scarpia davanti a Dio!', era veramente molto impressionante. Era una Tosca meravigliosa e la dobbiamo tener sempre presente per le nostre future manifestazioni teatrali"

DUBLINO
"Nadia Savova ci ha presentato con grande dignità, grande fascino, fraseggio musicale espressivo e scharm vocale il suo ruolo tragico"

BESANÇON
"Abigaille era la cantante Nadia Savova, dotata di una delle più belle e ricche voci di soprano, che superava pienamente tutte le eccezzionali difficoltà del ruolo. Le spontanee ovazioni che lei ha ricevuto dobbiamo ammettere erano pienamente meritate!"

SARAGOZA
"Nadia Savova, una voce potente e grande, con un bellissimo centro e ampi e solidi acuti, era una Tosca straordinaria che cantava e perfino gridava dove era necessario, ma con musicalità e senza perdere mai la linea drammatica, culminando il successo con il prezioso 'Vissi d'arte!', la romanza delicata nel turbolene atto secondo. Applaudita infinitamente per l'aria, splendida durante tutta la sua esecuzione dell'opera"

BERLINO
"Con questa convinzione, con l'unanimità del compositore, Giulini con 'Stabat' ha ottenuto un grandioso successo... e con Nadia Savova (soprano), Julia Hamari (mezzosoprano), Veriano Lucchetti (tenore) e Ruggero Raimoni (basso), uno splendido quartetto dim solisti"

PARMA
"Avremo così il soprano bulgaro Nadia Savova, principessa Turandot, che nel ruolo riprenderà il cammino che fu prima di Gina Cigna, poi di Birgit Nilssons ora di Ghena Dimitrova. In possesso di una voce robusta e smagliante, vera specialista nelle parti più difficili dell'intero repertorio lirico, la Savova è reduce da numerosi successi nei teatri nei ruoli di Abigaille, Manon Lescaut e soprattutto Tosca, che ricordiamo di avere ascoltato personalmente accanto al tenore Giuseppe Giacomini"

PARMA
"Nadia Savova, nella parte della principessa Turandot, ha confermato appieno quanto di buono avevamo scritto sul suo conto in sede di presentazione. Tagliata su misura per parti eroiche e dei contorni vocali più difficili, ha fornito una prova di notevole livello artistico. La tremenda aria "In questa regia" e "La scena degli enigmi", non hanno costituito difficoltà per lei. Anzi sono state corredate da frasi e acuti possenti. Anchè il duetto finale, che ha portato al'entusiasmo il pubblico presente, è stato concluso dalla Savova con un'acuto prodigioso per fiato e squillo..."

MANTOVA
"...il soprano bulgaro Nadia Savova applauditissima per eccelsa vocalità e senso interpretativo veralmente notevole"